Viaggi

PUGLIA DIARIES PREVIEW… THE WHOLE STORY COMING SOON

selinmakina 419-2Ci sono sicuramente tanti motivi per andare in Puglia e sono sicura che la pensano tutti come me; sinceramente non ho fatto un elenco contando le attrazioni turistiche quando ho avuto l’opportunità di vedere questa meravigliosa Terra per raccontarla al mio pubblico turco in occasione dell’inizio dei voli tra Bari e Istanbul, il motivo per cui è stato organizzato un viaggio stampa da Effetto Sud di Manuela Lenoci in collaborazione con la Regione Puglia.
Una cosa è certa :
la Puglia è un vero gioiello nello stivale, andandoci mi sono sentita ancora più a casa. Ho scoperto tantissime somiglianze con Ismirne (Izmir), appena arrivata a Monopoli ho visto un convoglio delle macchine che suonavano i clacson come se avessero vinto i Mondiali di Calcio, poi ho visto che alcune erano abbellite per le nozze di una coppia… mi sono commossa perché anche da noi si fa così! Le emozioni belle vanno enfatizzate, la vita si gusta così. La Gente di mare sa vivere.
Entrando in una pasticceria l’emozione è aumentata perché anche i profumi dei dolciumi si assomigliano tanto. Sono sicura che con i voli della Turkish Airlines che sono partiti da fine aprile (Istanbul-Bari), Apuglia per i turchi diventerà una meta turistica molto importante. Monopoli ha 50 mila abitanti, un comune vivace, molto accogliente. Dovete assolutamente fermarvi da “Caffè del Porto”, Titto vi offrirà un aperitivo che vi farà ricredere nell’aperitivo! Poi sicuramente è la persona giusta a cui chiedere consigli su dove andare e cosa fare non solo a Monopoli ma in tutta la Puglia!
Palazzo Indelli è un albergo a 4 stelle situato nella Piazza Garibaldi, le camere sono comode e lo staff molto gentile e disponibile, con un ristorante a 8 stelle! Le prelibatezze e i vini che offrono sono una vera esperienza che non dimenticherete!
selinmakina 468Sul lungomare vedrete il Castello di Carlo V :
è un fortilizio cinquecentesco edificato durante la dominazione spagnola della città. E’ un punto ideale per far le foto. Dalle torre cilindrica da un lato vedrete il mare e dall’altro il lungomare che ospita tantissimi “gozzi”, il gozzo tipica barca di Monopoli di colori celeste e rosso.
Per le donne Monopoli ospita tantissimi negozi di scarpe e abbigliamento che saranno altre attrazioni da non sottovalutare!
Vicinissimo al centro c’è il giardino botanico più bello del mondo! LAMA DEGLI ULIVI, ospita più di 2000 specie di piante che vi verranno spiegate dal Sig. Intini Francesco, che conosce la storia di ogni pianta :
quelle amichevoli, quelle che amano il sole… ci sono piante interessantissime sia per la forma sia per le qualità e abitudini che hanno, e scoprirete anche quelle da regalare alla suocera o all’ ex marito! Scherzi a parte, passeggiare per questo giardino è una vera terapia che vi riconnette con le vostre origini pre-internet! Sicuramente farete tante foto da sfoggiare su internet, comunque lì la connessione con la natura e la storia è molto più forte, profonda e interessante rispetto a quella tecnologica. Uscirete pensando quando posso ritornare… I miei più vivi complimenti ai proprietari, interessantissimo anche per i bimbi.
1429871981387 copy copy (1)Polignano a Mare ospita delle meraviglie di natura e architettura e anche bellissimi ristoranti tra cui Grotta Palazzese e Begula Club Café Ristorante.
A Monopoli ho scoperto un posto magnifico immerso tra la natura che offre tantissimi servizi, comodità e ospitalità Masseria Garrappa.
Ovviamente dovete anche vedere i Trulli di Alberobello e vedere le Grotte di Castellana. Per finire vi consiglio ottimi vini di Albea che vi offrirà anche una interessantissima visita della Cantina Museo Albea. Vi spiegherò tutti i particolari con delle bellissime immagini dopo le vacanze! STAY TUNED!

Girotonno 2015 un evento indimenticabile

IMG_20150603_133342Si è conclusa la 13ma edizione del Girotonno che si è svolta a Carloforte  (Carbonia-Iglesias) nell’isola di San Pietro martedì 2 giugno. Grazie a questo evento ho avuto la fortuna di conoscere un luogo meraviglioso che si trova nel sud-ovest della Sardegna, Isola di San Pietro e la sua favolosa gente. Girotonno è una manifestazione ricca di eventi bellissimi, c’è la competizione del tonno “Tuna Competition” che è l’evento principale della kermesse gastronomica internazionale poi ci sono concerti di star per ogni gusto e tanti prodotti locali in vendita per le strade di Carloforte con altrettanto divertenti manifestazioni. Ogni anno alla stagione del tonno, Carloforte ospita tantissimi turisti che vengono ad assaporare il tonno appena pescato durante la “Mattanza” perchè il primo tonno della stagione porta fortuna a chi lo assaggia! Ve lo dirò alla  prossima edizione se l’anno mi è andato meglio! Troverete gustosissimi piatti di tonno in ogni ristorante dell’isola. Tutti ottimi, anzi “ottimo” non basta per descrivere il sapore del tonno mangiato in compagnia della bellezza dell’isola! Qui un consiglio soprattutto alle donne per solidarietà femminile: organizzate una vacanza a Carloforte appena potete, tornerete abbronzato,  rilassate e felici di aver conosciuto un posto magnifico, in più dopo tanti piatti di tonno vostra pelle risplendera’ grazie a Omega 3 di primissima qualità! Continuiamo con Girotonno…

IMG_20150612_004555“Tuna Competition” è stata presentata dalla bellissima conduttrice Eliana Chiavetta e simpaticissimo chef/attore Andy Luotto. La giuria tecnica è stata presieduta da Sonia Peronaci, Blogger e fondatrice del sito giallozafferano.it. Ero lusingata di far parte di una giuria di nomi importantissimi della stampa italiana ed estera tra cui: Tetsuro Akanegakubo del quotidiano giapponese Shakira Shimpo, Nicola Dante Basile de Il Sole 24 ore, Francesca Ciancio di Repubblica, Pio D’Emilia per Sky Tg24, Isabella Fantigrossi del Corriere della Sera, Cristina Hoefferer della radio austriaca, Violina Hristova del quotidiano bulgaro 24 Casa,  Carla Icardi di Grande Cucina, Gian Maria Marras della rivista Adesso, Milica Ostojic del quotidiano serbo Novoli,  Elena Postelnicu della radio nazionale rumena, Elena Pouchkarskaia del quotidiano russo Kommersant, Hedvig Von Mentzer beauty editor di Elle, Hans Van Der Lugt del quotidiano olandese Nrc Handelsband, Dea Verna di Oggi e io Selin Sanli per la stampa turca.

C’era divertimento e intrattenimento per tutti, dai più piccoli ai più grandi. Renzo Arbore e l’Orchestra Italiana come sempre hanno dato spettacolo, nonostante il venticello il pubblico è rimasto fino alle una di notte per ascoltare le sue meravigliose canzoni e battute. Renzo Arbore è un artista molto umile e ha sempre la battuta giusta al momento giusto! Dà spettacolo completo! Ci tornerei altri mille volte ai suoi concerti. Ecco un suo aneddoto: ” A Roma i vigili mi vogliono tanto bene perché non mi multano. Una volta sono passato col rosso con una macchina targata Foggia. Il vigile mi ha fermato e ha chiesto- non ha visto il rosso?- e io gli ho risposto -non ha visto la targa?-“

Fedez la sera dopo ha fatto impazzire soprattutto i giovanissimi, i suoi fan teenager l’hanno aspettato per lunghe ore davanti all’albergo, il rapper invece ha preferito salutare tutti dal palcoscenico.

Altri ospiti di Girotonno erano Francesco De Gregori e Francesco Renga che sono stati accolti con lo stesso calore del pubblico come Arbore e Fedez.

_I2A7827_1Girotonno 2015 è stato vinto dallo chef giapponese Yoshinubo Kurio con la ricetta “Nuta di tonno rosso con salsa yuzu miso” che comprende alghe verde e avocado maturo che risaltano il sapore del tonno mentre lo fanno un piatto ancora più nutriente.

Il riconoscimento “La ricetta più creativa” è andato all’Argentina e “Migliore presentazione” all’Argentina e al Giappone. Devo sottolineare che tutti gli chef erano bravissimi; Gianfranco Pulina e Sandro Cubeddu chef sardi hanno preparato un ottimo piatto di tonno con prodotti locali tra cui cialda di carasau dolce e joddu, Percy Manuel Plaza chef del Perù ha usato peperoncino rosso che io apprezzo molto.

Girotonno 2015 è stato una bellissima esperienza. Mi sono innamorata di tutti i sapori che offre Isola di San Pietro, di sicuro non posso aspettare fino alla prossima edizione del Girotonno per ritornarci! Ci torno prestissimo!

IMG_20150531_194623Poi ho conosciuto un signore, un muratore in pensione, con un viso bellissimo, molto abbronzato, ha due occhi color mare di Sardegna, un azzurro cristallino. Sul viso ha un difetto, ha raccontato che è segnato da un calcio di cavallo quando era bambino. Si vede che gli dispiace mentre lo rammenta perché il sorriso diventa amaro ma poi si riprende subito quando gli dico che per me è più bello così anzi è bellissimo! È puro, dolce, mite come la terra da cui proviene e di cui va tanto fiero! Mi hanno detto che si chiama Sciaman!  Il perché lo scoprirò al mio prossimo viaggio a Carloforte e vi racconterò.

Ariccia Azienda Cioli Egidio

20150216_132027Come Stampa Estera di recente abbiamo avuto l’opportunità di conoscere altre due eccellenze italiane che vale la pena di raccontare ai nostri lettori. Siamo stati ad Ariccia e Frascati. Ariccia è una delle località più conosciute dei Castelli Romani sia per la rilevanza turistiche delle architetture religiose tra cui anche Santuario di Santa Maria di Galloro sia per la tradizionale porchetta se siete buongustaio  il posto ideale per gustarla è questa piccola e simpatica cittadina.

La porchetta nasce proprio ad Ariccia che i romani chiamavano Porcellum elixum farsilem era già da allora protagonista dei banchetti preparati per ostentare opulenza e potere come testimoniano diversi libri classici che contengono le descrizioni di piatti e tavole imbandite dei patrizi.20150216_121118

Si ipotizza che la prima ricetta della porchetta sia di origine centro italiana precisamente di Ariccia dove si apre la cratere di Vallericcia dove veniva adorata la dea Cerere (divinità del sottosuolo legata alla fertilità della terra) che in seguito allo sviluppo della cultura romana divenne Demetra. All’inizio del XX secolo vennero rinvenute alcune statue che raffiguravano il sacrificio di piccoli maiali (porchette) a Cerere e di grosse scrofe gravide a Maia (dea primaverile e simbolo di fertilità, la quale diede il nome al comunissimo “maiale”). Ariccia fu quindi la sede principale degli allevamenti di porchette sacrificali. Dal 1950 ogni settembre nella Piazza di Corte di Ariccia di festeggia “la Sagra della Porchetta” che oggi si avvale del marchio di Indicazione Geografica Tipica (I.G.P) divenuta la capitale della porchetta e sede dello stabilimento dell’Azienda Cioli Egidio.

Cioli Egidio nasce nel 1917, l’azienda dotata di ogni tecnologia moderna per la produzione e distribuzione della porchetta e altri prodotti suini per ogni singolo prodotto segue la tradizione di allora. Anche se abbiamo insistito Sig.Cioli non ha svelato nulla sulla ricetta della porchetta deliziosa. Abbiamo visitato lo stabilimento di produzione con estrema delicatezza, stabilimento è pulitissimo, tutto viene fatto con estrema cura nei minimi dettagli e i suini selezionati sono di provenienza nazionale e dai loro mangimi alla macellazione tutto controllato e conforme alle normative sanitarie nazionali ed europee. Sig.Cioli ama quello che fa così tanto che ogni notte ritorna nell’azienda a controllare la cottura. Se vedete il marchio Cioli Egidio potete comprarlo con serenità, state facendo un acquisto sicuro, in più gustosissimo! Cioli Egidio produce anche salame ungherese, salame ventricina, salame corallina, salame aquila, salame curvo dolce o piccante, spianata romana, salame milanese, salame artigianale arrotolata, prosciutto crudo di Ariccia con fesa e al pepe sgambato, wurstel di puro suino, lardo di colonnata, lonza di maiale, pancetta tesa affumicata o dolce.

Tutta la gamma di prodotti suini Cioli Egidio sono di ottima qualità e ottimo gusto. Dovete andare ad Ariccia a gustare la porchetta di Ariccia una tradizione enogastronomica italiana che vale la pena di essere riscoperta a pochi chilometri da Roma.